VARIANTI AL P.R.G. COMUNALE, LA COMMISSIONE EDILIZIA TORGIANESE SI E’ CONFRONTATA A META’ MARZO: SINDACO, CONSIGLIERI ED OPPOSIZIONE HANNO ESAMINATO I TERRITORI DI MIRALDUOLO E BRUFA

TORGIANO – Miralduolo e Brufa, questi sono stati i due punti territoriali torgianesi protagonisti della variante strutturale al piano regolatore. La commissione edilizia consiliare di dieci giorni fa, tenutasi in Comune, è stata presieduta dal consigliere Feliciano Martinelli e composta dal sindacoMarcello Nasini, dall’assessore Enzo Morbidini e dai consiglieri Andrea Vitalie Francesco Falaluna. L’architetto Bracchini, Il geometra Di Vita, l’architetto Ciotti si sono occupati dunque dell’argomento.

“Il terreno a ridosso del centro abitato è assai importante a livello paesaggistico: l’obiettivo è quindi di non consumare aree di suolo agricolo, ricevendo perciò solamente richieste di piccole esigenze abitative, familiari” – si è espresso Morbidini a riferimento di Miralduolo. Secondo quanto spiegato dall’assessore, “l’area di possibile sviluppo potrà riguardare la zona antistante Margaritelli e dietro un progetto di fattibilità: la frazione miralduolese è infatti l’unica in Torgiano ove le aree abitative programmate risultino completate. Per la richiesta di ampliamento agrituristico di una struttura, si è ritenuto di propendere per lo strumento del ‘Suape’ (sportello unico delle attività produttive)”.

Morbidini ha poi illustrato la situazione brufana: “visto l’importante sviluppo residenziale degli ultimi anni nella frazione, si è giunti alla conclusione di accogliere limitate richieste, verso la migliore sistemazione di alcuni nuclei familiari con provate necessità abitative”.

Il gruppo di componenti politici presenti alla commissione consiliare ha votato all’unanimità la programmazione, poi sottoposta al consiglio.

M. B.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *