TORGIANO – FINE LUGLIO 2016, DOPO IL C. COMUNALE PARLA IL PD Torgiano: “SULLA ‘QUESTIONE SCAP S. r. l.’ L’AMM. COMUNALE SUBISCE LE SCELTE”.

“Il Partito Democratico di Torgiano esprime profonda preoccupazione e netto dissenso riguardo alla decisione della maggioranza comunale: si tratta della concessione allo spostamento della SCAP S.r.l. (Società che commercializza carburanti e affini) a Torgiano, a ridosso della Cantine Lungarotti, proprio all’entrata principale del territorio comunale”.

Questo il preambolo, decisa la presa di posizione: il partito di maggior rilievo dell’opposizione torgianese esprime ufficialmente il suo pensiero, dopo il Consiglio Comunale dei giorni scorsi, sullo spostamento dell’azienda di carburanti. “Risulta evidente, anche dalla velocità di approvazione, dalle tensioni e dalle dichiarazioni della maggioranza l’esistenza di numerosi dubbi se questo progetto sia in realtà utile alla collettività oppure a soli fini privati.
Il risicato numero dei consiglieri della maggioranza per l’approvazione di questo progetto va sicuramente in questa direzione”.

Questo trasferimento aziendale, prosegue il Pd di Torgiano, “comporta la modifica di aree agricole di pregio in zone produttive e sono evidenti le conseguenze di impatto ambientale, sul piano geologico ed i pericoli per le falde acquifere. Oltre al prevedibile aumento di mezzi pesanti che andranno ad incidere su una viabilità già molto critica in quella zona, c’è sicuramente da considerare i forti vincoli sul piano edificatorio (anche per semplici ampliamenti) che attività come queste normalmente comportano in una vasta area di rispetto, con conseguente danno per tanti cittadini.

Per il partito di centrosinistra, in conclusione, la maggioranza comunale non avrebbe “minimamente valutato se questo progetto possa mettere in crisi l’immagine e la vocazione stessa del territorio comunale. Non si sono infatti cercate soluzioni alternative, né tantomeno di rendere il progetto noto alla popolazione. E’ così del tutto evidente che l’attuale maggioranza che amministra il nostro Comune, più che gestire ed indirizzare gli eventi, li subisce e li fa subire all’intera cittadinanza”.

MICHELE BALDONI

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *