INAUGURAZIONE DELLA ‘PIAZZA CIRO SCARPONI’, E’ Attilio Gambacorta, PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE DEDICATA AL MUSICISTA, AD ILLUSTRARE L’EVENTO: “DOMENICA 3 SETTEMBRE SARA’ DAVVERO UN POMERIGGIO SPECIALE”

TORGIANO – Si vivranno ore di particolare importanza per la Città di Torgiano, ma non solo. “Credo che tutto il mondo musicale umbro e italiano debbano porre attenzione a questa Domenica 3 settembre: la già Piazzetta Malizia verrà dedicata al Maestro Ciro Scarponi, illustre musicista di fama internazionale”. Attilio Gambacorta descrive la giornata prevista.

A promuovere quest’iniziativa è stata la locale Associazione Musicale che porta il Suo nome, insieme all’Amministrazione Comunale di Torgiano.
“Quale luogo migliore poteva essere dedicato al nostro virtuoso clarinettista?
In questa piazza si svolgono le manifestazioni culturali più importanti di Torgiano, in particolar modo quelle musicali; è un teatro naturale all’aperto, posto fra le mura della torre, il palazzo e il piccolo vicolo, con al centro un antico pozzo. Luogo suggestivo, caratteristico, sopra via Garibaldi ed a pochi passi dall’abitazione nella quale è nato il Maestro”.

‘Sono nato a Torgiano nel 1950’: con questa frase Ciro Scarponi, uno dei protagonisti indiscussi della musica del ‘900 italiano, era solito aprire il suo curriculum. Dunque un segno distintivo di appartenenza alla sua terra e alle sue tradizioni, che rende ancor più apprezzabile la parabola professionale e artistica di un uomo che ha saputo e voluto portare il nome di Torgiano nel mondo.
Dopo i suoi esordi nella banda cittadina, accanto a suo padre e ad altri componenti del suo nucleo familiare, Ciro Scarponi andò a diplomarsi al conservatorio di Perugia per poi iniziare, col suo clarinetto, un percorso di vita che lo portò ad affermarsi tra i più eminenti esponenti della Nuova Musica italiana.

Grazie alle sue particolari e innovative qualità di suono e di emissione timbrica, Scarponi si attribuì un ruolo di primissimo piano nella rinascita strumentale del clarinetto. Con la consapevolezza di aver portato al successo spartiti di musicisti come Bucchi, Panni, Testi, Berio e Bussotti, Scarponi si pose in seguito al centro di una schiera di compositori che destinarono le loro produzioni alle sue peculiari caratteristiche esecutive. In tal senso vanno valutate le nuove partiture a lui dedicate da oltre cinquecento musicisti di tutto il mondo, tra cui spicca la figura di salvatore Sciarrino: pezzi risolti con impareggiabile maestria e portati al successo grazie alla eccezionale capacità di scarponi di trasformare in puro suono tutto ciò che vedeva scritto sul rigo musicale.
Gambacorta spiega anche come “a partire dagli anni ’80 Scarponi iniziò a Friburgo una preziosa collaborazione con il grande Luigi Nono che modellò sulle sue caratteristiche acustiche una notevole parte della sua produzione, da Promoteo a Pierre, inquietum mobile a Diario polacco. Scomparso prematuramente al culmine di una carriera internazionale, Scarponi lascia una schiera di discepoli e allievi che ancora oggi sono in grado di perpetuare la sua luminosa lezione musicale e umana. Vi aspettiamo, quindi, a Torgiano per ricordare questo nostro grande musicista”.

Attilio Gambacorta
Associazione Musicale “Ciro Scarponi di Torgiano”

MICHELE BALDONI

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *