Archivi categoria: Lavoro e Scuola

UNA SPERANZA PER LA RICERCA: COMITATO DANIELE CHIANELLI A TORGIANO

TORGIANO – Quando un libro può contribuire alla ricerca. Sabato 22 febbraio, alla Sala Sant’Antonio, Il vicesindaco Attilio Persia e l’assessore Cristina Mencolini hanno ricevuto Franco e Luciana Chianelli, del “Comitato per la Vita Daniele Chianelli”.

E’ stato presentato il libro di ricette, realizzato dai bambini ricoverati nel reparto di Oncoematologia Pediatrica dell’ospedale Silvestrini di Perugia. L’opera, intitolata “Con un poco di zucchero la pillola va giù”, contribuisce assieme alle altre attività del “Comitato per la Vita Daniele Chianelli” alla ricerca. All’incontro erano presenti Franco e Luciana Chianelli, oltre alla psicologa dr.ssa Letizia Cardinali.

I responsabili del “Comitato per la Vita Daniele Chianelli” hanno illustrato le maggiori attività in corso: donazioni, iniziative a favore della ricerca, attività a supporto e sostegno dei malati e delle relative famiglie. E’ stato inoltre illustrato il nuovo progetto di ampliamento del “residence Daniele Chianelli”, conosciuto da molti anni a livello nazionale.

La presentazione del libro “Con un poco di zucchero la pillola va giù”, scritto dai bambini dell’Oncoematologia Pediatrica, e la presenza dei membri del “Comitato per la Vita Daniele Chianelli” a Torgiano sabato 23 febbraio è stata possibile grazie alla fattiva collaborazione dell’Amministrazione Comunale di Torgiano del sindaco Liberti.

Michele Baldoni

OSSERVATORIO METEO-SISMICO, APERTURA AI VISITATORI NEL WEEKEND

Aperto al pubblico l’Osservatorio Meteo-Sismico di Perugia. E’ dalle ore 15:00 fino alle ore 19:00 di sabato 25 gennaio che potranno avere accesso tutti coloro i quali vorranno saperne di più riguardo al tempo atmosferico e ai fenomeni di sismicità concernenti il territorio umbro. Sarà possibile entrare nella sala operativa, avere anche informazioni sul nostro gruppo di Protezione Civile.

L’osservatorio si trova all’interno del Castello di Casalina di Deruta (PG), presso la sezione di Deruta del nucleo regione Umbria dell’Associazione Nazionale Carabinieri. “Per raggiungere l’Osservatorio Meteo-Sismico è necessario utilizzare l’uscita superstradale di Casalina, direttamente della E45” – afferma il vicedirettore dell’osservatorio Michele Cavallucci. .

Dal sito ufficiale dell’osservatorio, www.osservatoriometeosismicoperugia.it , è possibile visionare informazioni concernenti i ripetuti eventi sismici nelle località dell’Umbria. E’ inoltre consultabile il Radar Meteo Pc, strumento che mostra la situazione meteo in tutta Italia. Accedendo alla specifica sezione è anche possibile visionare Meteosat, per essere informati sulle condizioni del ‘tempo che farà’ direttamente dalle immagini satellitari, che mostrano l’intera Europa. Consultabili le analisi cluster, la geolocalizzazione, le webcam, i sismometri, le immagini offerte da Google Earth e Google Street VIew nei vari comuni regionali. Molte altre le opzioni offerte dal sito internet, a cui gli utenti possono accedere nelle varie sezioni.

Il giorno dell’inaugurazione, il sindaco di Deruta Michele Toniaccini si espresse con soddisfazione verso “tale progetto. Siamo orgogliosi che l’Osservatorio Meteo-Sismico possa essere ubicato in un luogo così ricco di storia come il Castello di Casalina. Il presidente Anc Fabrizio Casini parlò di “gioco di squadra che ci ha regalato tale risultato. Nel volontariato è così che si raggiungono importanti traguardi.

Michele Baldoni

C. COMUNALE, PARLA CIOTTI: “TROPPE PROMESSE, PROGRAMMA SENZA FINALITA'”

CIOTTI: “Noi vogliamo il bene dei torgianesi. Io contesto il programma di Liberti e le troppe promesse. Porterò in Consiglio le istanze di chi mi ha votato” 

TORGIANO – Nel Consiglio Comunale di venerdì 14 giugno pomeriggio non è mancato il botta-e-risposta Maggioranza-Opposizione. Era il 1° Consiglio della nuova Maggioranza. Al punto n. 5 all’ordine del giorno il neo sindaco Eridano Liberti ha fatto l’elencazione degli dei progetti da realizzare. Subito dopo l’opposizione con VACCARI, CIOTTI, CIUCHICCHI, FERRONI, composta da varie liste ha preso la parola.

Marzio VACCARI: “Avevamo altri indirizzo generali, è chiaro. Faremo Opposizione con attenzione, come ha detto CIOTTI. Già negli anni ’90 mi sedetti nei banchi di questo Consiglio Comunale, pensate. E chiaramente spetta all’Opposizione verificare se la Maggioranza svolge bene il suo dovere. Se applica il programma che ha promesso. Qualora non dovesse funzionare la macchina comunale, allora le opere non si faranno. Noi adesso ripartiamo da ciò che avevamo progettato. Controlliamo”. 

La polemica si è accesa anche con CIOTTI: “le cose da fare che la Maggioranza elenca io non le vedo. Già 5 anni fa sono state fatte troppe promesse di opere, lavori. E spesi troppi soldi che non avevano ragione. Mentre noi vogliamo il bene di Torgiano. Inoltre secondo noi la Maggioranza ha messo le persone al posto giusto, anziché le competenze”.  

A quel punto non si è fatta attendere la risposta del SINDACO LIBERTI: “Secondo me Fausto CIOTTI sbaglia. Perché si deve rappresentare tutta la cittadinanza. Mentre lui afferma che vuole portare le istanze di chi lo ha votato. Tra 5 anni ci giudicheranno i cittadini e vedremo chi avrà avuto ragione. A Vaccari dico: ho mantenuto la delega più difficile, quella al personale. Avremo molti pensionamenti. Assumeremo sì persone competenti, ma soprattutto che dovranno voler stare a Torgiano. Io avrò un rapporto leale, cordiale coi dipendenti e collaboreremo”.

Sul programma c’è stato l’intervento del vicesindaco Attilio PERSIA: “i cittadini hanno ritenuto più giusto i nostri programmi, votandoci. Noi puntiamo ad essere inclusivi con tutti. E l’obiettivo è di puntare più avanti dei prossimi 5 anni”.

Una netta puntualizzazione è arrivata dall’assessore alla cultura Elena FALASCHI“rispondo a CIOTTI. Avete detto che non abbiamo competenze, ma dovete darci tempo per sapere se siamo competenti”. Poi Falaschi ha citato anche le tradizioni, specificando che in tali argomenti “è forte il senso del nostro programma”.

Ha rincarato la dose Andrea FERRONI dopo il Consiglio Comunale: “il sindaco Liberti non ha stravinto. Questa Maggioranza non ha ottenuto il 51%, rispetto alle precedenti amministrazioni. Un’altra cosa contestabile è: Liberti ha sì mostrato in Consiglio Comunale un elenco di progetti per i prossimi anni. Però avremmo preferito una visione programmatica per Torgiano”.

Quindi un Consiglio Comunale ricco di confronti tra le forze politiche appena elette. Non sono mancate le attribuzioni delle deleghe e delle competenze per i consiglieri di maggioranza   (…leggi il prossimo articolo !…) .

MICHELE BALDONI

 

APRE NUOVO NEGOZIO DI GIOIELLI SPEZIATI IN CENTRO A TORGIANO , Sindaco NASINI AL TAGLIO DEL NASTRO

TORGIANO – Una sforbiciata di nastro e il gioco è fatto. Non si torna indietro, l’attività del nuovo negozio di gioielli ‘Marine Arena Spices jewel’ è partita ad inizio ottobre, alla presenza del primo cittadino Marcello Nasini e dell’assessore Tatiana Cirimbilli, che sono voluti essere al fianco di Marine Arena (artista) per il taglio del nastro ufficiale dell’attività.

“Così si dà nuova vita al centro storico. Il fatto che una giovane artista abbia deciso di stabilire qui la sua attività – hanno detto all’unisono Nasini e Cirimbilli – ci inorgoglisce. La bellezza dei borghi umbri è sotto gli occhi di tutti, come il problema dello spopolamento, dovuto alla carenza di servizi. Per questo la scelta di Marine potrebbe portare anche altri imprenditori a tornare in questi piccoli salotti. L’amministrazione si sta impegnando per garantire i servizi alla cittadinanza”.

Il laboratorio-negozio di gioielli di spezie resterà aperto in orari commerciali tutti i giorni.

(informazioni da www.provincia.perugia.it)

MICHELE BALDONI

F. GRANOCCHIA: “ IKEA POSITIVA PER IL LAVORO , MA SERVONO: DUE GRANDI VARIANTI STRADALI E BARRIERE ANTIRUMORE “.

COLLESTRADA (PERUGIA) – Intervistiamo Franco Granocchia, in prima linea per tanti anni nelle vicende politiche dell’area di Ponte San Giovanni, eletto due volte in Consiglio Comunale a Perugia, un mandato in Provincia, protagonista di tante battaglie con i suoi comitati: “ IKEA positiva per il lavoro e lo sviluppo del territorio, ma servono subito due cose: le due grandi varianti stradali e le barriere fonoassorbenti. Con questi due provvedimenti si può approvare il progetto del colosso svedese nel migliore dei modi”.

E’ il noto rappresentante politico ponteggiano a riferirsi alla futura apertura del centro commerciale nell’area territoriale di Collestrada, ex-centrale elettrica, “una zona già compromessa. Quindi, posizionando la multinazionale lì, risolveremmo il problema di una zona completamente degradata, abbandonata. Ho avuto modo di apprendere che molte coppie – rimarca Granocchia – si fermano nei territori dei centri Ikea già esistenti, creando così interesse economico. Ho letto che si vuol fare un Consiglio Comunale aperto a Perugia prossimamente; non ho nulla in contrario”.

La zona di Collestrada è già caratterizzata dall’Ipercoop, altro importante centro commerciale. “Per questo motivo, con le due nuove grandi varianti stradali si può assorbire una parte dell’afflusso dell’attuale E45 dell’ora di punta, dalle 7 alle 10 e dalle 17 alle 20, a Collestrada ed a Ponte San Giovanni ed allo svincolo prima delle gallerie perugine dove si crea un notevole ingorgo di auto.  Bisognerà valutare anche l’impatto ambientale – rimarca Granocchia – aspetto da tenere in considerazione”. Già in passato, infatti, il noto esponente politico aveva guidato un comitato molto agguerrito, con 1.700 iscritti “per poter avere le barriere antirumore fonoassorbenti. Sono state messe in piedi grandi manifestazioni, abbiamo occupato per ben 2 volte la sede stradale della E45 ed in quel momento si raggiunse un accordo con la Regione Umbria, con l’allora assessore Dr. Mascio e con l’Anas, ma purtroppo non si ottennero risultati. Dimostrammo con chiarezza la quantità di polveri sottili molto sopra la norma e facemmo anche una prova con decine di lenzuola bianche appese nei terrazzi: dopo una settimana diventarono color cenere, il tutto filmato dalle televisioni locali”.

“Certamente, chiedo il risolvere di grandi, ma non irrisolvibili problemi: le due grandi varianti stradali e le barriere fonoassorbenti. Sicuramente si avranno riscontri positivi sull’occupazione perugina e regionale, forse non esattamente 1.000 gli occupati in totale, di certo molte e molte centinaia. Ma se verranno prese le dovute misure Ikea sarà un volano notevole per l’area territoriale, con un grande numero di lavoratori, anche per l’indotto della multinazionale. L’auspicio finale sarebbe che Ikea possa valorizzare anche le attività umbre produttrici di mobili artigianali, che non vanno in contraddizione con la tipica linea dell’azienda mondiale”.

MICHELE BALDONI