Archivi categoria: Cultura e Religione

GEMELLAGGIO EUROPE ECHANGES, UNA NUOVA ASSOCIAZIONE PROMUOVE LO SCAMBIO CULTURALE

Una nuova associazione in procinto di nascere: riguarderà lo storico Gemellaggio tra il Comune di Torgiano e Europe Echanges. Martedì 3 marzo, ore 18:00, presso la sala della Giunta in Comune, si terrà la prima riunione.

E’ l’assessore a Cultura e Turismo Elena Falaschi a illustrare l’incontro aperto a tutti i torgianesi interessati. Falaschi spiega che “è necessario rinnovare le cariche del Comitato del Gemellaggio con Europe Echanges e le cittadine della Francia. L’Amministrazione Comunale, al fine di rendere più strutturato il lavoro dello  gemellaggio già in essere, ha deciso di costituire un’associazione cui demandarne l’organizzazione e la gestione delle attività, tramite scrittura privata registrata”.

Il Gemellaggio con Europe Echanges ha da molti anni consentito uno scambio culturale costante tra le città della Normandia e Torgiano. L’assessore Falaschi sottolinea “la sua importanza. E’ finalizzato alla promozione del nostro territorio all’estero e all’integrazione delle culture dei popoli europei”.
A tale fine è convocata la riunione del 3 marzo, aggiunge l’assessore, “in programma presso la sala giunta comunale. In questa sede verrà sottoposto agli interessati la bozza dell’atto costitutivo e quella dello statuto della nuova Associazione del Gemellaggio“.
 
L’assessore Falaschi invita quindi i cittadini interessati alla nuova Associazione del Gemellaggio con Europe Echanges a dare conferma della presenza. “Chi non potrà partecipare alla prima riunione, può comunque contattarci per comunicarci la volontà di aderire”.

Michele Baldoni

GIORNO DELLA MEMORIA 2020, TESTIMONIANZE PER NON DIMENTICARE LA SHOAH

DERUTA – Giovedì 6 febbraio ore 21:00 alla sala consiliare derutese si svolgerà l’evento ‘SHOAH dopo l’ultimo sopravvissuto testimoni di nuova generazione‘.

Letture, proiezioni di video, racconti che descrivono l’orrore provato da quanti hanno vissuto la Shoah: giovedì 6 sera i partecipanti all’incontro pubblico potranno assistere a numerose iniziative. La serata è possibile grazie all’associazione culturale La Nuova Frontiera e all’Istituto per la Storia dell’Umbria Contemporanea, col patrocinio del Comune di Deruta e con la partecipazione di associazioni locali.

Introdurrà l’evento Dino Renato Nardelli, dalla sezione didattica dell’I.S.U.C. . Successivamente si assisterà alla proiezione del video realizzato dal regista Michele Pelliccia: Vivi Salomon. La Shoah di mia madre . Sarà poi Chiara Mancini, del gruppo teatrale Clio, a leggere l’opera Dalla corrispondenza del campo di transito di Fossoli di Ada Michlstaedter al marito. Infine la presenza dell’associazione Nuova frontiera, che con Piero Montagnoli permetterà una disamina di cosa significa testimoniare Auschwitz oggi.

Il sindaco di Deruta Michele Toniaccini promuove con soddisfazione l’evento dedicato ai documenti riguardanti l’olocausto. Deruta partecipa quindi alla Giornata della Memoria 2020, per sensibilizzare l’attenzione di tutti in eventi drammatici per la storia dell’umanità, com’è stata la Shoah.

Michele Baldoni

PRESENTAZIONE DEL CROCIFISSO RESTAURATO, ESULTA L’ASSOCIAZIONE “Per il sentiero del silenzio da Frascaro a Norcia”

Un percorso iniziato quattro anni fa, che sta regalando nuova vita alla cultura e all’arte di Frascaro. Domenica 2 febbraio 2020 è in programma la presentazione pubblica del restauro del crocifisso della chiesa di S. Antonio Abate. L’evento si svolgerà presso il centro Comunità Madonna delle Grazie alla presenza della restauratrice Emanuela D’Abbraccio. Una mattinata fondamentale per il rilancio artistico della storica frazione di Norcia.E’ l’associazione Per il sentiero del silenzio da Frascaro a Norcia ad aver promosso il restauro artistico del crocefisso.

Il crocifisso è una scultura lignea policroma del XVI sec. . Il recupero delle opere d’arte e sculture locali è iniziato pochi anni fa, direttamente dalle macerie della chiesa di S. Antonio Abate di Frascaro di Norcia. Crocifisso e altre opere sono state trasportate presso il Deposito di Santo Chiodo di Spoleto. Ai tempi dei due terremoti del 2016, l’Opd locale all’interno del Deposito eseguì un primo intervento di restauro, autorizzato dalla soprintendenza dei beni culturali, sottolinea l’associazione Per il sentiero del silenzio da Frascaro a Norcia . E’ grazie all’Opd che il crocifisso della chiesa di S. Antonio Abate poté essere utilizzato per la processione del paese, il 16 agosto 2017, festa del Santo patrono San Rocco

.E’ stato fondamentale il secondo restauro, vero e proprio, del crocifisso. L’associazione Per il sentiero del silenzio da Frascaro a Norcia ringrazia la donazione eseguita  dal ‘Distretto Leo 108L’, di Roma. Qui è iniziato il lavoro della restauratrice Emanuela D’Abbraccio il restauro completo dell’opera. Si è così potuti arrivare alla presentazione dell’opera artistica, ormai rinnovata, in programma domenica 2 Febbraio 2020 presso il centro Comunità di Madonna delle Grazie. Un percorso dunque faticoso, a causa dei violenti terremoti del 2016 nel territorio della Valnerina che hanno danneggiato la locale chiesa di S. Antonio Abate. Ma oggi quest’opera artistica, questo simbolo religioso può nuovamente essere ammirato da cittadini e appassionati.

La nascita dell’associazione “Per il sentiero del silenzio da Frascaro a Norcia”Frascaro è una piccola frazione distante 7km da Norcia, di 60 abitanti circa. Luogo tipico della Valnerina, territorio ideale per lunghe passeggiate immerse nel verde, un luogo di pace. Una pace che sembra finire il 24 Agosto 2016 alle 3:36 della notte, quando gli abitanti vengono svegliati da un primo, forte terremoto. Escono dalle proprie case visibilmente provati. Pessima situazione: parziale crollo della facciata della preziosa chiesa del paese, piena di statue e tele del XVI secolo. Cosa è rimasto della chiesa gotica di S. Antonio Abate, una delle più antiche e più belle della Valnerina? Non finisce qui: il 30 Ottobre 2016 alle 7:40 un forte terremoto di magnitudo 6,5 rovina totalmente la chiesa così com’era, distruggendo quasi l’intero paese. Così il 5 dicembre 2016 nasce l’associazione “Per il sentiero del silenzio da Frascaro a Norcia”, pagina Fb ‘per il sentiero del silenzio da Frascaro a Norcia’, sito web http://frascarodinorcia-noprofit.webnode.it. L’associazione, in collaborazione con enti pubblici e privati, organizza escursioni, manifestazioni sportive, mostre, incontri, convegni e punta al recupero del patrimonio artistico e al recupero sociale di Frascaro. Angela Rita Cataldi, responsabile dell’associazione, elenca quanto già realizzato da dicembre 2016 a oggi. “Abbiamo avviato il costante recupero delle opere d’arte rimaste sotto le macerie. Non solo: organizziamo concerti gospel che coinvolgono la Norcia e la Valnerina, realizziamo giornate di trekking lungo il territorio, mettiamo in piedi eventi concernenti il recupero delle sculture e delle opere d’arte, collaboriamo con associazioni di volontariato e beneficenza internazionali, ridiamo luce ai prodotti tipici di Norcia e alle aziende locali sostenendo l’organizzazione della 54° Mostra Mercato Nero”. Dunque un’associazione dotata da grande spirito costruttivo: grazie al Cesvol editore dell’opera pubblichiamo il libro a cura di Monica Paggetta Frascaro di Norcia – Storia, arte, miti e leggende. Angela Rita Cataldi ed i compaesani tengono molto, infine, “alla ricostruzione di Frascaro che purtroppo non prende piede. Il nostro obiettivo: ridare al territorio un volto nuovo, come e meglio di prima”.

Michele Baldoni

UMBRIA GUITAR FESTIVAL, SUCCESSO DUO ZUCCHETTI FALLERI

PERUGIA – Omaggio a Gioacchino Rossini. Questo il titolo dell’esibizione del duo Zucchetti Falleri. L’evento UMBRIA GUITAR FESTIVAL si è tenuto domenica 8 settembre ed è stato un grande successo di pubblico. L’esibizione ha avuto luogo all’Oratorio Sant’Antonio.

Alessandro Zucchetti, maestro musicale, racconta la serata UMBRIA GUITAR FESTIVAL. “Il concerto prevedeva trascrizioni d’epoca per due chitarre. Prima parte: 3 fantasie su temi di Rossini del compositore Carulli e la sinfonia da Cenerentola arrangiata da Giuliani. Seconda parte: marcia di Tancredi e due arie trascritte per chitarra e clarinetto. Io e Stefano Falleri ci siamo alternati dalla chitarra al clarinetto e dalla chitarra al canto. Organizzazione concerti? Se ne occupa l’Agimus Perugia”.

Un grande successo: sala gremita, alcuni spettatori in piedi. I protagonisti dell’UMBRIA GUITAR FESTIVAL: Alessandro Zucchetti è chitarrista, direttore coro, arrangiatore e cantante. Diplomato al Conservatorio di Perugia. Ha seguito corsi chitarristici da Colonna, York, Russel e per la direzione da Bressan, Scattolin. Stefano Falleri è dipolomato in clarinetto e chitarra al Conservatorio di Perugia. Ha seguito corsi internazionali: maestri Carlevaro, Chiglia, Dyens. Solista e camerista. Ha curato il Festival delle Nazioni di Città di Castello. E’ docente a S. Lorenzo in Campo (Pu). Coautore volumi di chitarra.

MICHELE BALDONI

 

SCULTORI A BRUFA, 33° EDIZIONE. L’ARTISTA E’ ALEX CORNO

“Siamo giunti alla 33° edizione con risultati entusiasmanti. Per il mondo dell’arte l’iniziativa è un appuntamento consolidato”. Sottolineano con soddisfazione dalla Pro Loco Brufa. 

BRUFA (TORGIANO) – E’ tempo di festa nella bellissima frazione torgianese. Inizia la manifestazione gastronomica e venerdì 23 agosto alle ore 18 avverrà l’inaugurazione della 33a edizione di ‘SCULTORI A BRUFA. LA STRADA DEL VINO E DELL’ARTE’. Saranno presenti artisti di fama internazionale, autorità regionali, e nell’occasione il Comune di Torgiano e la Pro Loco Brufa presenteranno l’opera 2019 (foto di repertorio, n.d.r.) .
L’artista invitato quest’anno dalla Pro Loco Brufa a SCULTORI A BRUFA è Alex Corno. Il famoso scultore lombardo ha proposto una propria scultura del 2003 e sarà come da tradizione collocata in modo permanente sul territorio di Brufa. E’ un opera in ferro intitolata ‘Contrappunto’ (misure: cm.270 x 450 x 150). In occasione dell’evento sarà presentato un catalogo con il testo critico della storica dell’arte Elena Di Raddo. Inoltre, dal 25 agosto al 3 settembre, presso la Sala polivalente comunale ‘Ex Perla’ sarà possibile visitare la mostra personale dell’artista.

‘SCULTORI A BRUFA, LA STRADA DEL VINO E DELL’ARTE’ fu ideata dalla Pro Loco Brufa nel 1987. L’idea nacque invitando uno scultore ogni anno e acquisendo un’opera per ciascun artista.  “Siamo giunti alla 33° edizione con risultati entusiasmanti. Ormai durante tutto l’anno molti turisti e collezionisti vengono a Brufa per visitare le sculture. Per il mondo dell’arte l’iniziativa è un appuntamento consolidato”. Sottolineano con soddisfazione dalla Pro Loco Brufa.

Brufa è la maggiore frazione torgianese. E’ lungo le sue colline che fioriscono i vigneti della prestigiosa produzione enologica torgianese. Domina la piana del Tevere e la pianura di Assisi fino a Foligno. Fa parte della dorsale Torgiano-Brufa-Miralduolo-Torgiano dove si sviluppa ‘La Strada del Vino e dell’Arte’.

In questo paesaggio sono state inserite le opere degli artisti di SCULTORI A BRUFA: Massimo Pierucci, Marcello Sforna, Mario Pizzoni, Agapito Miniucchi, Giuliano Giuman, Aurelio De Felice, Bruno Liberatore, Nino Caruso, Loreno Sguanci, Umberto Mastroianni, Mirta Carroli, Carlo Lorenzetti, Joaquín Roca-Rey, Nicola Carrino, Giuliano Giuliani, Gino Marotta, Eliseo Mattiacci, Mauro Staccioli, Valeriano Trubbiani, Pietro Cascella, Teodosio Magnoni, Federico Brook, Umberto Corsucci, Ettore Consolazione, Beverly Pepper, Federica Marangoni, Marco Mariucci, Tito Amodei, Paolo Pasticci, Hidetoshi Nagasawa, Gianni Pettena.

Si terrà sempre venerdì 23 agosto ma in Piazza Mancini alle ore 21.45 il ‘Gran Concerto Vocale e Strumentale‘.  L’evento è giunto alla 7° edizione e i protagonisti saranno i TRE TENORI Paolo Macedonio, Claudio Rocchi, David Sotgiu. La manifestazione è a ingresso libero. I tre tenori saranno accompagnati dall’Orchestra di Fiati ‘Filarmonica G. Verdi’ di Montebuono (RI), diretta dal M° Luca Pacifici. Direttore del concerto è il maestro Alessandro Zucchetti. Presentatori della serata saranno Giampiero Mirabassi e Susanna Bianchi.

MICHELE BALDONI

TRE TENORI, CRESCE L’ATTESA: GRAN CONCERTO ALLIEVI DI PAVAROTTI

Il Direttore Zucchetti: “I solisti della serata di Brufa sono i tre Tenori più conosciuti a livello regionale. Due sono allievi del grande Luciano Pavarotti.  Per me è un grande privilegio dirigere tali professionisti. Presenteranno la serata la collaudata coppia Mirabassi-Bianchi”

TORGIANO – La manifestazione è di rilievo, il palcoscenico è ideale per la serata. Si terrà a Brufa venerdì 23 agosto il gran concerto vocale e strumentale I TRE TENORI. E’ il direttore dell’evento Alessandro Zucchetti a illustrare tutti i dettagli di un’occasione che si rinnova negli anni.

Chi sono i TRE TENORI? Il direttore della kermesse Alessandro Zucchetti spiega che “sono i solisti più conosciuti a livello regionale e non solo. Due sono allievi del grande Luciano Pavarotti. Per me è un grande privilegio dirigere tali professionnisti. Presenteranno la serata la collaudata coppia Giampiero Mirabassi-Susanna Bianchi”.

Dunque una piacevole serata per il pubblico dei TRE TENORI. Suonerà l’orchestra di fiati ‘Filarmonica G. Verdi’ di Montebuono (RI), diretta da Luca Pacifici. Numerosi i cori previsti: ‘coro polifonico G. A. Angelini Bontempi’ di Brufa, ‘ControCanto’ di Bettona, ‘Fractae Ebe Igi’ di Umbertide, ‘Coro della Pace’ di Terni, ‘Accademia Perusina’, ‘Docenti Città di Perugia’, ‘Lions Perugia’, ‘ORPHEUS’ di Rieti, ‘Edi Toni’ di Narni, ‘Naharti’ della Valnerina Ternana, ‘S. Maria Maddalena’ di Tuoro, Coro Polifonico Felciniano di P. Felcino.

Molto vasto il panorama musicale. Sinfonia ‘La Gazza Ladra’ di Rossini, La Donna è mobile da ‘Rigoletto’ di Verdi, Nessun Dorma da ‘Turandot’ di Puccini, Funiculì Funicolà di Denza, Libiam ne’ lieti calici da ‘La Traviata’ di Verdi, Torna a Surriento di De Curtis, Mamma di Bixio, E lucevan le stelle da ‘Tosca’ di Puccini e tanto altro. Serata dei TRE TENORI, Brufa prepara una manifestazione musicale di enorme livello culturale e musicale.

MICHELE BALDONI

 

CHEF BISTARELLI E CANTINE LUNGAROTTI: TORGIANO GOURMET

Fabrizio Burini, PRO LOCO TORGIANO: “Noi portiamo chef, nomi sempre più importanti che esaltano le bellezze del nostro territorio. I prodotti che gusteremo sono al 90% locali”.

TORGIANO – Arriva l’appuntamento conclusivo di TORGIANO GOURMET 2019. E’ Chef Bistarelli il protagonista Domenica 4 agosto in Piazzetta Ciro Scarponi (ex Malizia). Delizia della serata i vini delle Cantine Giorgio Lungarotti. 

Fabrizio Burini, Pro Loco Torgiano:  “Noi portiamo chef sempre più importanti che esaltano le bellezze del nostro territorio. I prodotti che gusteremo sono al 90% locali”. Burini sottolinea anche la soddisfazione della Pro Loco per questa 2° edizione di TORGIANO GOURMET. “Abbiamo organizzato tre grandi eventi: domenica 21 Chef Giorgione, sabato 27 Chef Massimo Infarinati. Ora è tutto pronto per domenica 4 agosto: avremo con noi Chef Marco Bistarelli”. Sarà davvero una kermesse enogastronomica da non perdere: Chef Bistarelli è già stella Michelin e ha esperienze a Perugia, Città di Castello, Fano ma conosce e apprezza numerose culture e Paesi, pur tutelando il talento culinario italiano.

La Pro Loco Torgiano ha quindi organizzato con successo tale manifestazione. Tutti e tre gli appuntamenti di TORGIANO GOURMET 2019 prevedevano come menù antipasto, primo, secondo e dolce. Sabato 27 i presenti hanno inoltre apprezzato l’aperitivo in piazzetta. Il menù di domenica 4 agosto, serata Chef Bistarelli, è consultabile nella foto-locandina. Info e prenotazioni: chiamare il 349 1376110 o il 347 7903475. Costo di ogni singola serata : 30 €.

Dopo TORGIANO GOURMET la ‘città del vino’ vivrà un’altra importante kermesse estiva. Fabrizio Burini: “Tra pochi giorni inizia l’Agosto Torgianese. Ospiteremo l’edizione di Miss Umbria il 7 agosto. Tutti gli altri appuntamenti: Calici di Stelle il 10 agosto, Vinarelli il 12 agosto“. Agosto Torgianese: un periodo dell’anno che la città del vino non manca di vivere al meglio delle proprie possibilità turistiche. Eventi, partecipazione cittadina, attività commerciali del centro storico e arte: Torgiano, una città da gustare.

MICHELE BALDONI

MOON RADIO, “UN PROGETTO PER I GIOVANI”. BOOM DI LIKE E ASCOLTI

Il responsabile Salvatore Stricagnoli: “Ho dedicato MOON RADIO Libera Deruta a mia moglie Cinzia. E’ un progetto aggregativo per i giovani derutesi. La web radio è nata il 13 giugno, prima trasmissione. Boom di ascolti e di like: 1800 in un mese!”.

DERUTA – Salvatore Stricagnoli snocciola dettagli e nomi. E’ il presidente dell’associazione culturale Posto Unico a spiegare il progetto teatro Posto Unico – MOON RADIO Libera. Lo storico teatro di Deruta, in via Tiberina 176, rivedrà dunque la luce a fine Settembre.

Stricagnoli afferma infatti che “prevediamo l’inaugurazione ufficiale di teatro Posto Unico e MOON RADIO Libera per fine settembre. Nell’occasione, presenteremo la stagione teatrale e i due progetti sono collegati”. E’ comunque andata in onda il 13 giugno la prima trasmissione di MOON RADIO Libera. Boom di ascolti e di like: 1800 in un mese. Un progetto di giovani e per i giovani: nell’omonima pagina facebook sono visibili i tanti collaboratori. Stricagnoli spiega che “i programmi che trasmettiamo parlano di sport, cucina, attualità, previsioni del tempo e tanto altro. “.

Il teatro Posto Unico: è parlando di tale argomento che Salvatore Stricagnoli cita film storici, nomi di grande rilevanza cinematografica. “Come per MOON RADIO, anche per il teatro Posto Unico l’inaugurazione ufficiale avverrà a fine settembre. Il professor Emilio Visani è lo storico proprietario del cinema. Il museo che ho recuperato lo intesto a suo padre Domenico Visani: si tratta di una bellissima collezione di cimeli cinematografici“. Come coinvolgere il territorio di Deruta nel cinema che riapre? Per Stricagnoli è giusto dare spazio alle scuole. “Inviteremo le scuole di Deruta e proietteremo le immagini di Nuovo Cinema Paradiso. Inoltre è interessante parlare della storia del cinema e del suo sviluppo, far conoscere le vecchie pellicole”.

L’evoluzione a CineTeatro: Stricagnoli sottolinea che “si è passati a cinema-teatro, dotato di sipario. Oggi la struttura ha meno capienza (285 posti): il CineTeatro di Deruta. D’inverno questa struttura è molto accogliente, anche per quattrocento persone: ha funzione di protezione civile in quanto è realizzata in cemento armato”. Il presidente dell’associazione Posto Unico evidenzia un altro punto. “Non percepiamo contributi. I soci sottoscrivono una tessera di 15 € e possono vedere 4 film gratis, con sconti sugli ingressi. Finora abbiamo 340 iscritti: attività di teatro e progetto anziani. Fausta Gnavolini è la regista”. Un teatro che oggi rivede coinvolgimento e partecipazione, quindi, a Deruta. Salvatore Stricagnoli afferma che “l’associazione Posto Unico finanzia e permette la nascita di MOON RADIO, nel ricordo di mia moglie Cinzia scomparsa l’8 dicembre 2018”. Teatro Posto Unico e Moon Radio Libera Deruta, due binari che Salvatore Stricagnoli riunisce in un unico progetto aggregativo assieme alla popolazione di Deruta.

MICHELE BALDONI