Archivi categoria: Cronaca

ESCURSIONISTA DI 55 ANNI DI DERUTA MUORE SUI MONTI SIBILLINI DOPO UN VOLO DI 60 METRI, Sabato 14 Luglio.

DERUTA – Un escursionista di 55 anni di Deruta è morto dopo una caduta da una rupe. E’ accaduto sabato 14 intorno alle ore 13:00, sui Monti Sibillini.

L’uomo, secondo quanto ricostruito da Il Resto del Carlino, era partito in compagnia di un amico per un’escursione al lago di Pilato quando, per cause ancora in corso di accertamento, è precipitato nel vuoto. Sul posto l’eliambulanza del 118, che ha trasportato il derutese all’ospedale di Camerino. Per lui purtroppo non c’è stato nulla da fare.

L’impatto col suolo per l’escursionista, infatti, è stato tale da provocare un trauma cranico multiplo, causandogli rapidamente il decesso. Il compagno d’escursione, R. S. di 60 anni, in evidente stato di shock, è stato riaccompagnato sul valico di Forca di Presta.

I soccorsi: alle ore 13:30, come detto, il presidio del Soccorso Alpino e Speleologico Umbria (SASU) è intervenuto sul Monte Vettore in supporto ai colleghi della regione Marche, allertati per soccorrerlo sulla zona che conduce ai laghi di Pilato nella zona chiamata ‘roccette’. L’uomo è stato recuperato dall’elisoccorso del 118 Icaro2 con a bordo un medico anestesista rianimatore ed un tecnico di elisoccorso del soccorso alpino e speleologico.

MICHELE BALDONI

 

PROT. CIVILE TORGIANESE IN SOSTEGNO AI TERREMOTATI: È NORCIA LA SEDE PER I 5 VOLONTARI NOSTRANI, GIÀ SUL POSTO DALLA NOTTATA DI MER 24

TORGIANO – Accoglienza alla popolazione, allestimento posti letto e gestione della viabilità: queste le attività che il gruppo di volontari della Protezione Civile torgianese ha subito iniziato a svolgere, già dall’arrivo ore fa.

Sono Enrico Tomassini, Giovanni Amanti, Alice Bartoccetti, Lanfranco Cecchetti, Boto Scipione ad aver preso parte al sostegno delle popolazioni danneggiate dal sisma iniziato Mercoledì 24 alle 3.35 circa nel Reatino ed avvertito in Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo.

“Saremo certamente impegnati per le prossime 24 ore, in attesa che il centro operativo valuti l’evolversi dell’emergenza” – hanno affermato i torgiansi mezz’ora fa, Giovedì 25 mattina.

Drammatico evento, nuova situazione del genere in Italia in pochi anni, tante le possibilità di collaborazione diffuse dagli organi di informazione (sms, bonifico bancario, raccolta indumenti, ecc.).

MICHELE BALDONI