TANTI I VOLONTARI, ALMENO 100. “NECESSARI IN OGNI COMUNE, ASSIEME A STRUMENTI ADEGUATI”. PARLANO NAZARENO PLATANI, C.R.I. DERUTA-TORGIANO E L’ASS. TONIACCINI, PER ‘DERUTA CITTA’ CARDIOPROTETTA’.

TORGIANO-DERUTA – “Una vita salvata in anni ed anni sarebbe già un risultato enorme. ‘Deruta Città Cardioprotetta’ sta arrivando ai primi 2 anni. Il grazie va ad ogni persona che continua a collaborare, che ha il patentino per utilizzare le strumentazioni. La vita non ha prezzo”.

Nazareno Platani si spiega chiaramente, il territorio comunale di Deruta ha davvero abbracciato la questione-salute con la suddetta iniziativa. Lo stesso assessore Michele Toniaccini dell’Amministrazione comunale ha descritto il tutto, in un comune dove, prosegue Platani, “ogni frazione è dotata di defibrillatori. Sant’Angelo, San Nicolò, Pontenuovo, Ripabianca, Casalina, Deruta stessa; a Castelleone interverremo ad ottobre e glieli forniremo. I volontari ogni anno possono rinnovare il patentino”.

La C. R. I. locale ha già fornito circa 2.000 euro, la passione e l’impegno dei volontari e di chi ha seguito la formazione della Croce Rossa Deruta-Torgiano è grande. “Deruta si dà da fare, pure a reperire persone e soldi necessari. Le strumentazioni installate necessitano anche di manutenzione. Le teche che le contengono devono stare in temperatura compresa tra 10 e 20 C°” – aggiunge Platani. E il contributo delle Pro Loco? “Io pensai di coinvolgerle. Mi sembrò ovvio, con collaudi da fare, partecipare tutti. Ma sproniamo tutti i comuni, basta poco ed il risultato sono vite salvate”. Dunque, la ‘città della ceramica’ prosegue con forza nella strada della salute.

MICHELE BALDONI

‘TRAVIATA’ A BRUFA, ATTESA CITTADINA: IL 23 AGOSTO L’EVENTO MUSICALE SARÀ PROTAGONISTA NELLA ZONA-PARCO DELLE SCULTURE BRUFANE.

TORGIANO - È fissato per martedì 23 agosto il grande momento musicale nel torgianese. Al Parco brufano delle Sculture avrà luogo l'appuntamento che inaugurerà 'Brufa in Festa' 2016.

Si tratta quindi di una serata 'monstre' come inaugurazione della kermesse brufana, il maestro Alessandro Zucchetti illustra inatnto le caratteristiche dell'evento: "realizziamo un adattamento del melodramma in tre atti di Giuseppe Verdi, la Traviata. Rappresenteremo la storia dell amore di Violetta ed Alfredo nell'esecuzione per soli, voce recitante, con coro ed orchestra di fiati di Lorenzo Pusceddu; dunque una selezione delle arie più celebri interpretate da Valentina Piovano (Violetta), Paolo Macedonio (Alfredo), Giulio Boschetti (Germont), accompagnati dalla Filarmonica G. Verdi di Montebuono, preparata dal maestro Luca Pacifici" - spiega Zucchetti.

Regia della manifestazione musicale curata da Chiara Giudice, cori eseguiti dall'Angelini Bontempi di Brufa, dal Controcanto di Bettona, dall'Ebe Igi di Umbertide, dal Coro della Pace di Terni, direzione di Alessandro Zucchetti, presenterà la serata l'avv. Giampiero Mirabassi. Brufa è pronta a conoscere l'evento di cartello della kermesse 2016, il pubblico domanda agli artisti la qualità già dimostrata.

MICHELE BALDONI

TORGIANO – FINE LUGLIO 2016, DOPO IL C. COMUNALE PARLA IL PD Torgiano: “SULLA ‘QUESTIONE SCAP S. r. l.’ L’AMM. COMUNALE SUBISCE LE SCELTE”.

“Il Partito Democratico di Torgiano esprime profonda preoccupazione e netto dissenso riguardo alla decisione della maggioranza comunale: si tratta della concessione allo spostamento della SCAP S.r.l. (Società che commercializza carburanti e affini) a Torgiano, a ridosso della Cantine Lungarotti, proprio all’entrata principale del territorio comunale”.

Questo il preambolo, decisa la presa di posizione: il partito di maggior rilievo dell’opposizione torgianese esprime ufficialmente il suo pensiero, dopo il Consiglio Comunale dei giorni scorsi, sullo spostamento dell’azienda di carburanti. “Risulta evidente, anche dalla velocità di approvazione, dalle tensioni e dalle dichiarazioni della maggioranza l’esistenza di numerosi dubbi se questo progetto sia in realtà utile alla collettività oppure a soli fini privati.
Il risicato numero dei consiglieri della maggioranza per l’approvazione di questo progetto va sicuramente in questa direzione”.

Questo trasferimento aziendale, prosegue il Pd di Torgiano, “comporta la modifica di aree agricole di pregio in zone produttive e sono evidenti le conseguenze di impatto ambientale, sul piano geologico ed i pericoli per le falde acquifere. Oltre al prevedibile aumento di mezzi pesanti che andranno ad incidere su una viabilità già molto critica in quella zona, c’è sicuramente da considerare i forti vincoli sul piano edificatorio (anche per semplici ampliamenti) che attività come queste normalmente comportano in una vasta area di rispetto, con conseguente danno per tanti cittadini.

Per il partito di centrosinistra, in conclusione, la maggioranza comunale non avrebbe “minimamente valutato se questo progetto possa mettere in crisi l’immagine e la vocazione stessa del territorio comunale. Non si sono infatti cercate soluzioni alternative, né tantomeno di rendere il progetto noto alla popolazione. E’ così del tutto evidente che l’attuale maggioranza che amministra il nostro Comune, più che gestire ed indirizzare gli eventi, li subisce e li fa subire all’intera cittadinanza”.

MICHELE BALDONI

TORGIANO – CONSIGLIO COMUNALE SU BILANCIO, LAVORI PUBBLICI, URBANISTICA, GEMELLAGGIO. UN MARTEDÌ 19 INTENSO.

Si inizia col minuto di raccoglinento, l’attualità è purtroppo costellata anche di drammi e vengono ricordati i fatti di Nizza e dei treni pugliesi.
Viene poi annunciato, prima dei punti di giornata, il nuovo vicesindaco di Torgiano: è Enzo Morbidini, da molti anni assessore locale.

Il primo punto di consiglio comunale concerne due porzioni di terreno, nella zona del vecchio mattatoio comunale. Proprio il vicesindaco spiega che “il Comune di Perugia ci chiede di cedere tali particelle per accorparle al demanio comunale. Lo riteniamo un atto dovuto”. Punto approvato.

Le osservazioni costituenti il secondo punto di giornata “sono ventotto, anche al p.r.g.” – illustra il tecnico comunale. Dibattito tra maggioranza ed opposizione nell’argomento ‘depositi di carburante Lungarotti’, dove la minoranza con Martinelli e Rastelli ha sottolineato le proprie rimostranze sulla territorialità di essi, che diviene torgianese. La maggioranza ha inteso tranquillizzare, rimarcando la propria “contrarietà all’inquinamento”.

In un’altra osservazione del secondo punto di giornata, Martinelli ha leggermente contestato “l’improvvisa velocità delle osservazioni negli ultimi 6 mesi”. Attilio Persia, amministrazione, ha risposto che “precedentemente nessuno ha stimolato altro. I cambiamenti ora sono positivi, non pretendiamo consensi assoluti, ma abbiamo agito e con ponderazione”. Mobidini indica una determinata zona di Brufa, descitta nei punti, come “di recupero urbanistico. Va incentivato il voler recuperare volumetria vicino al paese, è tutto lampante”.

Terzo punto dell’assise: il sindaco Marcello Nasini afferma che “il bilancio è in equilibrio. Fortunatamente avevamo previsto un taglio delle entrate, vi sono piccoli aggiustamenti, i lavori pubblici riguardano anche la palestra e ripartiranno entro un mese”. Punto sull’equilibrio di bilancio approvato.

Dopo anche l’approvazione del quarto punto di seduta, il quinto ha riguardato l’approvazione del Gemellaggio. Sylvie Béal, maggioranza, ha ricordato “dapprima il Patto d’Amicizia del 31/10/2012, approvato allora dal consiglio comunale. Si giunge oggi quindi al rafforzamento: infatti, già al corteo medievale i sanmarinesi sono venuti. I Castelli della R. S. Marino potranno, quindi, dall’approvazione di oggi essere gemellati a noi”. Approvato.

MICHELE BALDONI

30° EDIZIONE DI ‘SCULTORI A BRUFA’, INAUGURATA Sabato 16 Luglio 2016 LA MOSTRA FOTOGRAFICA DELLE OPERE.

Trent’anni e non sentirli: ‘Scultori a Brufa’ prosegue convintamente il proprio cammino, affiancando all’edizione 2016 di Agosto l’inaugurazione della Mostra Fotografica ’30 anni Scultori a Brufa – La Strada Del Vino e dell’Arte’.

E’ stato aperto sabato 16 luglio, ore 18.30, presso la Sala Tobia lo spazio artistico dedicato alle sculture di fama internazionale: le opere che ormai da tre decenni caratterizzano il territorio brufano sono dunque ora raffigurate in foto ed in bellissime miniature.

“Siamo lieti di inaugurare questa mostra, siamo partiti 30 anni fa con un desiderio, un sogno nonostante alcune contestazioni e dubbi da parte di qualcuno. Ora siamo sempre più forti di quanto fatto e di quanto intendiamo fare – ha affermato ieri Feliciano Martinelli, presidente Pro Loco Brufa – chiediamo sostegno, non vogliamo fare elemosina. Siamo certi che le opere che abbiamo siano una ricchezza regionale e nazionale. Ringraziamo Massimo e Mauro Fico, Learco Cagiola, Gianfranco Ciuchicchi, tutti i presidenti della storia della Pro Loco ed i 30 artisti della storia di ‘Scultori a Brufa’”.

La manifestazione ‘Scultori a Brufa’ fu ideata nel 1987: si è invitato uno scultore internazionale ogni anno ad esibire la propria realizzazione, lasciandola permanentemente in un punto della frazione torgianese, per le strade, i vigneti e le piazzette del borgo.

Il sindaco di Torgiano Marcello Nasini ha ieri elogiato la principale associazione brufana, “una Pro Loco che merita sostegno. Nonostante i sempre più ristretti fondi pubblici che ci sono a disposizione, noi siamo fieri delle manifestazioni locali e chiediamo alla Regione appoggio, vicinanza per l’importanza artistica e turistica che Brufa regala a tutti noi. A livello umbro e nazionale l’importanza è grande e l’indotto può crescere”. Ultimo ma non ultimo, il punto che Nasini sottolinea è “la mia ferma volontà di realizzare il Parco delle Sculture. Ho grande stima dell’assessore regionale Fernanda Cecchini“.

Proprio l’assessore regionale a Cultura, Agricoltura ed Ambiente Fernanda Cecchini ha rimarcato la bellezza dell’arte, “la preziosità di sculture di tale livello”. Ieri presente all’inaugurazione, la Cecchini ha garantito il prosieguo della vicinanza regionale alla manifestazione di Brufa e la possibilità di progetti futuri.

‘Scultori a Brufa 2016’, un’edizione davvero speciale.

MICHELE BALDONI

TUTTO PRONTO PER L’INAUGURAZIONE, BRUFA ATTENDE SABATO 16: ALLE ORE 18.30 L’AVVIO ALLA MOSTRA FOTOGRAFICA “30 ANNI. SCULTORI A BRUFA. LA STRADA DEL VINO E DELL’ARTE”.

Tra cinque giorni prenderà il via il preambolo della vera e propria ‘edizione regina’ di ‘Scultori a Brufa’: sabato 16 luglio nella frazione torgianese sarà aperta la mostra fotografica “30 anni. Scultori a Brufa. La Strada del Vino e dell’Arte”, presso la Sala Tobia.

L’esposizione rimarrà aperta fino al 4 settembre, con ingresso gratuito, tutti i giorni dalle ore 17 alle 24. Tale appuntamento è il primo di una serie di iniziative che la Pro Loco Brufa ha organizzato per i mesi di luglio ed agosto 2016, per festeggiare i 30 anni della manifestazione oramai diventata punto di riferimento per il mondo dell’arte e non solo. Durante tutto l’anno solare, da decenni sia collezionisti che turisti arrivano a Brufa per visitare le sculture all’aperto in permanenza nel borgo.

Successivamente all’inaugurazione della mostra fotografica, sabato 16 luglio alle ore 21.30, nella piazzetta all’interno del borgo, si terrà un concerto jazz con il “Trio Mio”.

E’ fissata invece per lunedì 22 agosto, alle ore 18 in Piazza Mancini, la cerimonia d’inaugurazione 2016 dell’opera permanente “I due mondi” dello scultore giapponese Hidetoshi Nagasawa, invitato per l’importante traguardo raggiunto dalla Pro Loco di Brufa. Successivamente, nella serata verrà aperta la mostra personale di Nagasawa nella sala polivalente comunale, nonché trasmesso il video a suggello dei 30 anni di ‘Scultori a Brufa’.

MICHELE BALDONI