“BELLISSIMA INIZIATIVA, LA ‘PRO LOCO BRUFA’ HA REALIZZATO IL ‘MEMORIAL GIANLUCA FUSI'”: AL LAGHETTO ‘LA PERLA’ A S. Martino in Campo FELICIANO MARTINELLI ED ASSOCIATI BRUFANI Domenica 3 HANNO VISSUTO UNA MATTINATA DI PESCA SPORTIVA; PIU’ DI 40 I PARTECIPANTI

TORGIANO – Una domenica mattina di innata passione iniziata prima delle ore 7, di competizione in amicizia e di spirito compaesano: la Pro Loco Brufa ha dato vita ad “una giornata di pesca all’Agritusimo La Perla ( informazioni visibili suhttp://www.agriturismolaperla.it/ ). La partecipazione di decine di brufani ha reso possibile il saluto ad un amico scomparso troppo presto, rimasto nel cuore di tutti i paesani: Gianluca Fusi”.

Le parole di Feliciano Martinelli sono state apprezzate da tutti i presenti, come dai fratelli Ferdinando e Fausto, nell’oasi di tranquillità e di pesca che molti hanno scelto come mattinata sportiva. I partecipanti all’amichevole competizione sono stati numerosi, poi premiati per i risultati conseguiti.

“Al primo posto rendiamo merito a Flavio Roccaforte, al secondo ad Alessandro Ricciarelli ed al terzo a Gianni Santucci. Tra i piccoli pescatori, diamo un simpatico riconoscimento al giovanissimo Duccio Cruciani” – ha proclamato Martinelli, in un clima di assoluta serenità ed allegria.
Splendido lo scenario, dunque, ideale il meteo per una giornata di memoria e di festa. Pescatori ed appassionati di ogni età intendono ripetere l’esperienza oggi vissuta.

MICHELE BALDONI

‘LIBERAMENTE DONNA’, L’ASSOCIAZIONE FEMMINILE HA FATTO TAPPA Sabato 2 Aprile NELLA NOSTRA CITTADINA: “UN POMERIGGIO DEDICATO ALLE DONNE, ALLA LORO FORZA, FRAGILITA’ E VITALITA'” – SPIEGA L’ASSESSORE CIRIMBILLI INTRODUCENDO IL CONVEGNO

TORGIANO – Appuntamento delicato, tematica quantomai attuale e meritevole dell’interesse cittadino. E’ il Comune di Torgiano ad aver aperto le proprie porte sabato 2 aprile alle ore 15.30 per discutere della violenza di genere, piaga odierna, assieme all’associazione ‘Liberamente Donna’ (http://www.liberamentedonna.it/).

Il Convegno dal titolo ‘Le donne che aiutano le donne’, condotto dalla Dott.ssa Letizia Giovagnoni, tratterà anche del sostegno che nell’universo femminile, le une con le altre possono reciprocamente darsi. “Tutto questo per dare uno spiraglio di luce e di aiuto a chi vive nel buio e nella paura che la denuncia dei maltrattamenti subìti quotidianamente possa compromettere il proprio futuro” – si apprende dall’introduzione all’evento.

“Sarà questa una occasione anche per capire il ruolo odierno della donna nella società, per dare voce a quello spirito di ‘solidarietà concreta’ di cui le donne hanno sempre fatto esperienza nel proprio vissuto personale – spiega l’assessore torgianese a turismo, commercio, associazioni, scuola Tatiana Cirimbilli – inoltre, nelle sale del Palazzo Comunale sarà allestita una mostra dal titolo ‘Volto di donna’ dell’artista italo-tedesca Ines Renate Doellert che resterà aperta fino al 25 aprile. Una donna che racconta le donne, i loro sguardi quotidiani, la loro vivacità ed intimità”. L’artista, orafa di prestigio, è tornata alla pittura di recente, seguendo un istinto che era sopito ma che nell’età matura ha ritrovato il proprio vigore nel descrivere il vissuto e l’intimo femminile.

L’amministrazione comunale, concludono il commento gli assessori Cirimbilli e ed Attilio Persia, ha voluto “dedicare uno spazio di riflessione alla donna ed al suo ruolo sociale, sempre più al centro delle cronache quotidiane ma anche del dibattito politico odierno. Non deve calare l’attenzione sull’argomento, anzi il pomeriggio che abbiamo organizzato deve essere uno spunto di riflessione ed attenzione anche nel compimento delle piccole cose di ogni giorno”.

MICHELE BALDONI

VARIANTI AL P.R.G. COMUNALE, LA COMMISSIONE EDILIZIA TORGIANESE SI E’ CONFRONTATA A META’ MARZO: SINDACO, CONSIGLIERI ED OPPOSIZIONE HANNO ESAMINATO I TERRITORI DI MIRALDUOLO E BRUFA

TORGIANO – Miralduolo e Brufa, questi sono stati i due punti territoriali torgianesi protagonisti della variante strutturale al piano regolatore. La commissione edilizia consiliare di dieci giorni fa, tenutasi in Comune, è stata presieduta dal consigliere Feliciano Martinelli e composta dal sindacoMarcello Nasini, dall’assessore Enzo Morbidini e dai consiglieri Andrea Vitalie Francesco Falaluna. L’architetto Bracchini, Il geometra Di Vita, l’architetto Ciotti si sono occupati dunque dell’argomento.

“Il terreno a ridosso del centro abitato è assai importante a livello paesaggistico: l’obiettivo è quindi di non consumare aree di suolo agricolo, ricevendo perciò solamente richieste di piccole esigenze abitative, familiari” – si è espresso Morbidini a riferimento di Miralduolo. Secondo quanto spiegato dall’assessore, “l’area di possibile sviluppo potrà riguardare la zona antistante Margaritelli e dietro un progetto di fattibilità: la frazione miralduolese è infatti l’unica in Torgiano ove le aree abitative programmate risultino completate. Per la richiesta di ampliamento agrituristico di una struttura, si è ritenuto di propendere per lo strumento del ‘Suape’ (sportello unico delle attività produttive)”.

Morbidini ha poi illustrato la situazione brufana: “visto l’importante sviluppo residenziale degli ultimi anni nella frazione, si è giunti alla conclusione di accogliere limitate richieste, verso la migliore sistemazione di alcuni nuclei familiari con provate necessità abitative”.

Il gruppo di componenti politici presenti alla commissione consiliare ha votato all’unanimità la programmazione, poi sottoposta al consiglio.

M. B.

RIPARTE IL CINECLUB “OTTO E MEZZO” ! L’ASSOCIAZIONE TORGIANESE, DEDICATA ALLA VISIONE COLLEGIALE DI FILM, HA DATO IL VIA AL PROPRIO NUOVO CICLO, DEDICATO ALLE REGISTE ITALIANE PER TUTTO APRILE

TORGIANO – Aprile è arrivato, il Cincelub “Otto e Mezzo” ha scaldato ed acceso i motori per le serate alla sala Sant’Antonio: sono ricominciate le proiezioni dei film, dunque gli associati sono avvertiti…..e pronti a rivedersi e rilassarsi gratuitamente con una bella pellicola !

Il nuovo ciclo di film “è dedicato alle registe italiane. Come sempre, essi sono vedibili e riservati ai soci del cineclub e ci si può iscrivere in maniera assolutamente gratuita – specifica il consigliere comunale alla Cultura Sylvie Béal – la nostra biblioteca dedicata al cinema (sala B Sant’Antonio) è aperta al pubblico ogni venerdì pomeriggio, si possono prestare gratuitamente dvd e libri”.

Insomma, le interessantissime trame del cineclub torgianese sono tornate con l’inizio di aprile, ricordando da parte del club come “la pagina fb del nostro gruppo di associati sia
https://www.facebook.com/intratorgianocinemedia . Il 2 aprile si è dato il via con ‘Pasqualino Settebellezze’ ”

MICHELE BALDONI

LUNEDì 21 MARZO, POMERIGGIO D’ASSEMBLEA PUBBLICA PER LO S.P.I. – C.G.I.L. : LA SALA SANT’ANTONIO HA OSPITATO LA RIUNIONE PER DISCUTERE DI LAVORATORI, PENSIONI, ENTI LOCALI

TORGIANO – Tre sono stati i punti all’ordine del giorno, questo il ‘menù’ dello S.p.i.-C.g.i.l. per l’assemblea pubblica tenutasi lunedì 21 alle ore 16, sala Sant’Antonio a Torgiano.

Si era dunque partiti dal “progetto di legge di iniziativa popolare ‘Nuovo Statuto dei Lavoratori e delle Lavoratrici'”, per poi proseguire con “rivalutazione, reversibilità, diritti inespressi sulle pensioni” ed infine il terzo punto: “contrattazione sociale con gli enti locali”.

Chiaro e ben descritto il programma che ha avuto luogo nella centrale sala comunale. Come specificavano gli organizzatori, la riunione di fine marzo è stata utile “per la tutela e la dignità delle Lavoratrici e dei Lavoratori”.

MICHELE BALDONI

META’ MARZO 2016, COMUNICATO DEL PD torgianese: “L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DESTA FORTE PREOCCUPAZIONE. LO SPIRITO POLITICO-ISTITUZIONALE E’ SCARSO, IRRISPETTOSO, INDEGNO. C’E’ NERVOSISMO, CI SONO ITER E POLITICHE DISORDINATE”.

“Il Partito Democratico esprime forte preoccupazione sul senso istituzionale e politico in cui versa l’amministrazione comunale. Lo si può definire ‘momento da Circo della Maggioranza’”.

Queste le basi del comunicato del PD locale, emesso a margine del consiglio torgianese di metà Marzo ’16. Il principale partito dell’opposizione locale afferma come “nell’ultimo Consiglio Comunale è andato in scena uno spettacolo indegno, con la maggioranza di centro-destra che si è mostrata priva di rispetto istituzionale. Un nervosismo dilagante mostrato sin da inizio seduta, un sindaco pasticcione che non riesce nemmeno a gestire il corretto iter procedurale degli ordini del giorno, assessori che si sovrappongono negli interventi, azzardando senza successo di impartire fantomatiche lezioni di regolamenti consiliari. Rimessi subito in riga dall’opposizione consiliare. La maggioranza di centro-destra è ormai diventata un circo di cui i pochi tristi spettacoli vengono gestiti solo da alcuni amministratori, con la restante gran parte della maggioranza che recita il ruolo di comparsa. Non c’è da meravigliarsi se da questo scarso spirito istituzionale ne discendano politiche altrettanto disastrose”.

NINO CARUSO E L’8 MARZO, UN MOMENTO SPECIALE: L’ARTISTA INTERNAZIONALE HA DEDICATO A TUTTE LE DONNE UN PROPRIO DISEGNO, INOLTRE IL MUSEO TORGIANESE M.A.C.C. HA APERTO GRATUITAMENTE ALL’INGRESSO FEMMINILE NELLA GIORNATA CELEBRATIVA.

TORGIANO – Grande ed importante data per le donne di tutto il mondo, il Museo comunale dell’Arte Ceramica Contemporanea ha aperto degnamente le proprie porte. Per l’8 marzo 2016 il maestro Nino Caruso ha altresì realizzato una raffigurazione dedicata all’universo femminile.
Il M. A. C. C. è situato al centro di Torgiano, nel Palazzo Malizia. La giornata dell’8 Marzo, martedì, ha confermato la storica abilità dell’artista Nino Caruso, già presente con la propria “Collezione”.

La struttura museale del M. A. C. C., articolata su due livelli, è inserita a pieno titolo nel Sistema Museale dell’Umbria. Essa rappresenta un punto di partenza imprescindibile per comprendere passato e presente del territorio torgianese. L’arte fittile, infatti, è da sempre presente a Torgiano.

Situato alla confluenza dei fiumi Chiascio e Tevere, il territorio di Torgiano è ricchissimo di argilla e di boschi e ha quindi ampia disponibilità di tutti gli elementi essenziali all’arte ceramica: acqua, argilla e fuoco.
Il ritrovamento di un insediamento rustico databile dal I sec. a.C. al II sec. d.C. nel quale si coltivava la vigna, dimostra come il territorio di Torgiano sia caratterizzato tanto dalla vitivinicoltura quanto dalla produzione ceramica, tra loro per molti secoli funzionalmente collegate.

“Vaselle d’Autore per il vino novello” è una manifestazione che, curata dall’artista-ceramista Nino Caruso dal 1996, ha consentito di aggiungere al binomio vino-ceramica un terzo elemento di pregio ma anche di profonda e costantemente rinnovata relazione con il tempo presente, l’arte.

Lo stesso Nino Caruso ha donato al Comune di Torgiano un insieme di opere ceramiche che costituisce il secondo nucleo del Museo dell’Arte Ceramica Contemporanea.
Di recente, un ulteriore nucleo si sta formando allo scopo di valorizzare anche le produzioni dei più giovani e valenti artisti contemporanei italiani e stranieri, con le “Ampolliere di giovani artisti per l’olio nuovo”: manufatti realizzati a Torgiano in laboratori estivi, con allievi di Accademie o Istituti d’Arte europei guidati da noti maestri ceramisti.

Nella “Collezione Nino Caruso”, ricordando l’origine dell’importante artista
nato a Tripoli nel 1928 e tuttora operativo tra Todi e Roma, la raccolta delle 58 opere donate alla città di Torgiano documenta il lavoro di un maestro dell’arte della ceramica contemporanea dagli inizi dell’attività fino al 2008 e trova adeguata collocazione nelle prime tre sale del Museo dell’Arte Ceramica Contemporanea. L’artista ha un profondo legame con Torgiano, cui ha partecipato alla riqualificazione culturale del centro storico ed al Parco delle Sculture di Brufa.

Nella sala “Vaselle d’Autore” gli artisti chiamati sono per lo più ceramisti, che figurano tra i più importanti interpreti del secondo Novecento italiano: Nino Caruso, Nedda Guidi, Alessio Tasca, Giancarlo Sciannella, Alfredo Gioventù ed anche giovani, promettenti artisti come ad esempio Annalisa Guerri.
Un più ampio orizzonte di contaminazione inventiva della ceramica è raccontato da vaselle eseguite da affermati pittori, quali Carla Accardi, Simona Weller, Piero Dorazio, Giosetta Fioroni, Bruno Ceccobelli o da scultori del calibro di Ettore Consolazione, Eliseo Mattiacci, Carlo Lorenzetti, Gino Marotta ma anche da giovani promesse dell’arte come, ad esempio, la scultrice Antonella Zazzera.

MICHELE BALDONI

‘LINEA VERDE’ A TORGIANO, E’ IL MOLINO SILVESTRI IL PROTAGONISTA DELLA DOMENICA 6 MARZO ’16: LA TRASMISSIONE AGRICOLO-GASTRONOMICA DI RAIUNO VIENE A VISITARE L’AZIENDA LOCALE

TORGIANO – Il Molino Silvestri e la famiglia Mincigrucci sono stati il fiore all’occhiello della puntata di Linea Verde di domenica 6 Marzo 2016. E’ stata proprio la storica trasmissione di Raiuno, ormai più che trentennale, ad essere presente nelle zone di produzione e ad intervistare i componenti dell’impresa della città del vino.

Si è trattato, dunque, di una giornata quantomai festosa per l’area agricola locale: le attività di essiccazione del tabacco, la sua stagionatura, le lavorazioni agricole del territorio hanno avuto l’onore di essere viste, commentate, visitate dal simpatico e preparatissimo presentatore Patrizio Roversi, nonché dalla capace e bella co-conduttrice Daniela Ferolla.

Il ‘Molino Silvestri Vinicio s.n.c.’ produce semole nel mulino ad acqua di famiglia, situato sul fiume Chiascio, seguendo metodi tradizionali e realizzando farine biologiche.

http://www.acquistosolidaleperugia.it/produttori/molino-silvestri-vinicio-snc/

MICHELE BALDONI