CRISI ECONOMICA E DIVORZIO: UN TORGIANESE CHIUDE LA PROPRIA AZIENDA, LA SENTENZA EMESSA DAL GIUDICE E’ PER LO “STOP ALL’ASSEGNO” CHE FINORA VERSAVA ALLA MOGLIE

Un torgianese è protagonista di una vicenda recente, concernente il proprio “dopo-divorzio”. Sono stati dieci gli anni di matrimonio, ma per lui e l’attuale ex-moglie non restò che chiedere la separazione. Il caso però viene fuori col tempo, divenendo particolare e muovendo l’attenzione di molti.

L’ex-moglie infatti, una casalinga, percepiva dal marito l’assegno di mantenimento. L’uomo, titolare di un’impresa edile, venne infatti obbligato dal giudice ad elargire alla donna un somma mensile di 400 euro.

Passato qualche anno, è successo il nuovo fatto. L’uomo, colpito dalla crisi economica, decide di chiudere l’azienda ed è così che la situazione cambia inevitabilmente. Diviene impossibile per lui rispettare gli obblighi di mantenimento. L’ex-marito decide quindi di rivolgersi al Tribunale perugino per far riaprire il caso, alla luce delle “mutate circostanze”.

Le udienze si susseguono, i difensori dell’ex-imprenditore sono gli avvocati Simone Marchetti e Marco Gambuli. Risultato: annullamento dell’assegno di mantenimento dovuto alla ex-moglie che, avendo un’età ancora relativamente giovane, non potrà più contare sul quel contributo e per il giudice potrà/dovrà trovare da sola il modo di percepire entrate.

“Si tratta di uno risultato molto importante – spiega l’avvocato Simone Marchetti – che rende giustizia ad un uomo perbene, che ha subito prima il dolore di un matrimonio finito e, dopo qualche anno, la chiusura della propria ditta”. Prosegue il legale: “La revoca dell’assegno di mantenimento, tutt’altro che frequente, ha grande importanza: nella stragrande maggioranza dei casi ammonta a poche centinaia di euro mensili, che però può restare obbligo vitale, se non si ottengono revisioni. L’impatto economico che ne deriva è quindi di assoluto rilievo e, in particolare in una coppia relativamente giovane, alla luce delle attuali aspettative di vita”.

Dell’uomo residente nel territorio torgianese e della situazione del precedente matrimonio, queste sono le informazioni descritte. Ad esse potrà far seguito qualsiasi particolare e/o opinione, sempre concernente il caso.

MICHELE BALDONI

“OSSERVAZIONI AL P.R.G.-P.S. ADOTTATO”: QUESTO IL PUNTO N. 2 DELL’ASSISE COMUNALE RECENTE. SI SONO ESPRESSI L’ASSESSORE Enzo Morbidini, IL SINDACO Marcello Nasini, CON INTERVENTI DEL CENTROSINISTRA (CONSIGLIERE MARTINELLI)

“Ringraziamo innanzitutto l’architetto Valter Ciotti, occupatosi dei punti che qui di seguito esporremo”. Le parole del primo cittadino di Torgiano, Nasini, hanno dato avvio all’esposizione del punto n. 2 di giornata al Consiglio Comunale della settimana scorsa.

La centrale idroelettrica di di Ponterosciano e La Palla, a quanto ha esordito l’assessore Morbidini nella spiegazione del punto, “sono momentaneamente ferme”. La diga di Ponterosciano, invece, sempre a detta della Maggioranza comunale torginanese, vede la possibilità di andare verso il vincolo, “la fase è questa, il processo non è breve ma è necessario, mentre nei prossimi giorni verrà alla luce lo sbarramento di Pontenuovo”.

Dall’Amministrazione emergono parole anche per “la viabilità di Ponterosciano. Sovrintenderà l’architetto V. Ciotti. Per quanto concerne il P.R.G., stasera abbiamo 5 osservazioni: per la zona del molino di mezzo, parliamo dei signori Romoli, il punto è stato accolto dalla terza commissione consiliare. Si parla a carattere residenziale, non commerciale”. Per la seconda osservazione, quindi i signori Fanini, l’architetto ha spiegato come si rimanda in fase di pianificazione operativa, poi per la terza osservazione, i signori Vagnetti, l’osservazione “è accolta” – ha affermato la Maggioranza. La quarta osservazione, per il signor Cardinali, in zona Ferriera-Brufa, è stata respinta per modifica di zona b1, ma accolta per la parte vigente, “vi era un errore sulle cartografie”. L’ultima osservazione, conclude Morbidini, è stata respinta, era soggetta a vincolo paesaggistico. Dall’Opposizione ha preso la parola Feliciano Martinelli, sottolineando “l’emergere di problemi burocratici, anche di altri errori…speriamo che la commissione torni operativa”. Il Consiglio Comunale si era poi concluso con l’approvazione del punto terzo, sul Regolamento comunale per l’affidamento della gestione degli impianti sportivi, già scritto ed illustrato.

MICHELE BALDONI

INCOMPRENSIONI MAGGIORANZA-OPPOSIZIONE, IL CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 Febbraio HA VISTO COME PUNTO N. 3 “AFFIDAMENTO GESTIONE IMPIANTI SPORTIVI”. FINALE CON APPROVAZIONE

“Ora Torgiano si dota di un Regolamento, per quanto riguarda ciò che abbiamo descritto. Non è possibile sentire, accettare tali critiche, soprattutto dopo gli incontri già avvenuti. La legge vuole che ci si doti di norme in tal senso”.

Parole precise, sentimenti chiari da parte dell’Amministrazione Comunale durante la seduta del 9 Febbraio, in assise pubblica: il neo-assessore Attilio Persia (con deleghe a sociale, squadra esterna, personale, sicurezza, sport), il sindaco Marcello Nasini, Tatiana Cirimbilli e l’intera maggioranza hanno illustrato il nuovo “Regolamento per l’affidamento della gestione degli impianti sportivi comunali”, snocciolando anche diversi punti. “Si favorisce l’associazionismo e lo sport, senza fini di lucro; si va a riguardare il Palazzetto dello Sport, i Campi da Tennis, il Campo Braca torgianese, l’altro campo da calcio e le varie strutture comunali, inoltre eventuali spazi futuri” – queste le argomentazioni.

Lo scontro, senza particolare parapiglia ma tenutosi nella serata tra le fazioni politiche, verteva sulla volontà del centrosinistra “di creare un gruppo di lavoro. Per esempio, per discutere su quanti giorni il Comune può avere a disposizione alcuni spazi, poi altre questioni. Inoltre, io dissi che serve un organo di controllo, infine i campi da tennis non hanno una convenzione separata? Perciò, per tutte queste ragioni chiediamo il rinvio per l’approvazione del Regolamento” – si è espresso Feliciano Martinelli, PD.

L’amministrazione comunale ha dunque ribattuto in ampia spiegazione: “la Commissione che ha preceduto il consiglio comunale aveva approvato tutto con 2 voti favorevoli ed 1 astenuto, lo sapete. Inoltre, abbiamo già dato il giusto tempo per riflessioni, spunti. Ed oggi riusciremmo quindi a chiudere il cerchio”. Anche il primo cittadino, Nasini, ha apposto personali opinioni sottolineando come “siamo in proroga, abbiamo i tempi stretti. E poi: la scuola calcio ha 140 iscritti, il Torgiano Calcio è in Eccellenza, il tennis mi sembra vada bene, in tutto questo dunque…perché continuate a dire che la situazione è fallimentare? Perché non vi spiegate?”.

Concludendo, per questo punto n. 3 del Consiglio Comunale del 9 Febbraio, punto assai discusso, Persia e Cirimbilli hanno precisato: “oggi parliamo del Regolamento, non dell’affidamento. La legge prevede che sia comunque realizzato un Regolamento. Tutto qui. Gli affidamenti si faranno, ma se le Commissioni hanno ancora un senso, allora ieri sera in 1 ora e mezzo perché non sono venuti fuori dubbi e perplessità tali?”.
Martinelli ha proposto a quel punto “un altro momento di confronto, oltre quello già avvenuto prima di oggi”, il Centrosinistra dunque ha tentato di continuare il confronto: il botta e risposta, però, senza nemmeno esser assai litigioso, è scemato e si è giunti alla Votazione: favorevole la maggioranza, contraria l’opposizione.

A breve, gli altri argomenti e momenti dell’assise comunale con dettagli e resoconto.

MICHELE BALDONI

“ENTRO MARZO NASCERA’ L’ A.U.R.I., Rifiuti e ris. Idriche. SOSTITUIRA’ TUTTI E 4 GLI ‘A.T.I.’, AMBIENTI TERR. INTEGRATI”. IL SINDACO NASINI HA PRESENTATO L’ARGOMENTO AL CONSIGLIO DI Martedì 9 Febbraio

TORGIANO – Sin da Novembre scorso, su alcuni giornali online si parlava di holding regionali di rifiuti ed acqua. “Tra gli obiettivi politici del nuovo soggetto – si apprendeva – c’è la gestione regionale unica: sistemi di raccolta differenziata uguali tra i territori, tariffe (per quanto possibile) omogenee in tutta la regione, fino alla fusione delle società che gestiscono rifiuti e acqua”.

Entro Marzo 2016 tutto questo diverrà realtà. “Rivolgo un grazie a tutti i sindaci dell’Umbria – spiega Marcello Nasini, sindaco di Torgiano – l’A.U.R.I. vede quindi la sua nascita, con il proprio statuto e vi sarà composizione di 9 membri, di cui il presidente”.

A Settembre l’assessore regionale alle Riforme, Antonio Bartolini, dichiarò che “la nuova Autorità prenderà in carico territori e parte delle materie di competenza dei quattro Ambiti, restituendo ai Comuni le funzioni su turismo e politiche sociali”.

MICHELE BALDONI

CORSO DI FOTOGRAFIA DI NUOVO ALL’INIZIO, Febbraio 2016: I DUE DOCENTI Massimiliano Tuveri E Claudia Ioan SONO STATI PROTAGONISTI DELLA PRIMA LEZIONE, INIZIO MESE.

TORGIANO – E’ il momento di rinnovata luce per Torgiano e relative iniziative coinvolgenti, di gruppo, di società: nel territorio della città del vino ad inizio Marzo 2016 ha preso il via il nuovo Corso di Fotografia. I professionisti Massimiliano Tuveri e Claudia Ioan hanno cominciato a illustrare, spiegare, insegnare tecniche e capacità con la partecipazione di ogni appassionato.

Tuveri e Ioan, nel mese di Gennaio, sono anche stati intervistati dalla rivista ‘Style’ del Corriere della Sera.

M. B.

NUOVO CORSO PER LA CROCE ROSSA LOCALE: E’ LA C.R.I.-Deruta-Torgiano AD ANNUNCIARE LA NUOVA SESSIONE PER MERCOLEDI’ 24 FEBBRAIO

TORGIANO – “Diventa volontario della Croce Rossa Italiana”, questo il titolo campeggiante sul volantino distribuito lungo i territori derutesi e torgianesi: sono proprio la città della ceramica e la città del vino ad invitare “chiunque abbia intenzione di unire le proprie forze all’aiuto delle persone”. Inizia dunque il nuovo corso.

E’ Mercoledì 24 sera, ore 21, presso la sede C.R.I.-Deruta in via Briganti 35 che il 2016 vedrà, ufficialmente, la risposta cittadina all’esortazione pubblica della nazionale forza di soccorso. “Per maggiori informazioni, tel. 075-972096 e 347-5718681 e scrivere ad info@criderutatorgiano.it”.

MICHELE BALDONI

TUTTI IN MASCHERA A SIGNORIA, CARNEVALE 2016: L’AREA VERDE DOMENICA 7 (ORE 15) PRESENTERA’ LA SFILATA. COINVOLTA OGNI PRO LOCO

TORGIANO – Febbraio inizia col botto, anzi…..in maschera a Signoria di Torgiano ! E’ presso i locali dell’Area Verde che gli organizzatori hanno già programmato la giornata di Domenica 7 (ore 15), che caratterizzerà l’intera frazione paesana lungo tutto il corso. Tante le novità e le curiosità, di seguito illustrate.

Tante le Pro Loco e le associazioni coinvolte, per una giornata di festa e divertimenti a 360°: la Pro Pro-Loco Miralduolo, la Pro-Loco Brufa, la Pro Loco Torgiano, la Pro Loco Pontenuovo, il Comitato Genitori Scuola Torgiano, il Comitato Ponterosciano, la Parrocchia San Bartolomeo, l’Associazione Vivi Torgiano saranno il fulcro della Domenica festosa: il corso mascherato sarà infatti popolato dalle creazioni, idee ‘in maschera’ dei membri, “con la speciale partecipazione di un gruppo folkloristico umbro” – si legge nel volantino ufficiale.

Tanti e assai ben allestiti i momenti della giornata del 7 Febbraio, insomma: dalle ore 14.30 sarà possibile raggiungere la Sfilata da Ponterosciano, a bordo del ‘Magnifico Trenino Dotto’ (itinerario Ponterosciano-Signoria-Colle di Bettona-Signoria). “Dalle 15 si terrà la Sfilata lungo il corso mascherato, dalle 17 la festa in piazza e la relativa premiazione – si apprende ancora – durante la manifestazione verranno distribuiti strufoli gratis per tutti!”.

Area Verde Signoria, la Domenica “TUTTI IN MASCHERA” è ormai attesa…..da ogni torgianese e da ogni carro mascherato.

MICHELE BALDONI

“SESTITO ACADEMY”, EMANUELE PROIETTI PORTA A TORGIANO IL JIU JITSU: SABATO 5 FEBBRAIO AL PALAZZETTO COL PROF. VITALIANO SESTITO

TORGIANO – Arriva la Sestito Academy a Torgiano, arriva la presentazione della disciplina marziale ‘BRAZILIAN JIU JITSU’ nel nostro territorio: Emanuele Proietti, torgianese, illustra ai cittadini locali la giornata che avrà luogo Sabato 6 Febbraio, ore 15, al Palazzetto dello Sport.

“Siamo davvero lieti di poter mostrare le caratteristiche della disciplina, cui il professor Vitaliano Sestito (sestitoacademy) dedica energie ed impegno. Il Brazilian Jiu Jitsu nasce come difesa personale – spiega Emanuele Proietti – e può essere esercitata da tutti a tutte le età, donne e bambini compresi”.
Lo sport descritto si specializza nella lotta e nel combattimento a terra – si apprende – ed insegna come suo fondamento che una persona più piccola e debole può difendersi con successo da un assalitore più grande e forte, tramite l’utilizzo di appropriate tecniche.

Proietti parla dei corsi che l’accademia svolge, “in programma il Lunedì ed il Mercoledì dalle ore 18 alle 19 per i bambini e dalle 19 alle 20 per gli adulti. Io sono istruttore tecnico dell’accademia e responsabile della sede torgianese”.
Curiosità e volontà di osservare, saperne di più . . . è Sabato 6 Febbraio che la Academy attenderà i torgianesi presso il Palazzetto dello Sport.

M. B.